milleotto

I NOSTRI SERVIZI

l’azienda è in grado di fornire consulenze e rilievi sul campo avvalendosi di dottori forestali, architetti paesaggisti, botanici, naturalisti, geologi ed ingegneri.

Monitoraggio Ambientale

Servizi per l'ambiente

Le attività di Monitoraggio Ambientale vengono svolte in fase ante-operam, corso d’opera e post-operam in relazione a specifici Progetti di Monitoraggio Ambientale (PMA) che definiscono, sulla base delle Linee Guida per il Progetto di Monitoraggio Ambientale della Commissione Speciale di Valutazione di Impatto Ambientale e delle risultanze del Progetto Ambientale della Cantierizzazione, le componenti ambientali significative da monitorare, i punti di misura, i parametri da monitorare e le frequenze. Le attività di monitoraggio, eseguite consistono principalmente in:

Vegetazione: il monitoraggio della flora e della vegetazione viene effettuato in aree ritenute rappresentative con elementi ambientalmente sensibili allo scopo di valutare gli impatti dell’opera e l’efficacia degli interventi di ricostituzione della copertura vegetale allo stato ante-operam.

Fauna ed ecosistemi: censimento dell’avifauna nidificante (col metodo dei punti di ascolto/osservazione, per l’individuazione delle specie presenti, e contemporaneo utilizzo del metodo dei transetti lineari per lo studio dell’abbondanza delle popolazioni delle singole specie osservate; studio del comportamento delle singole specie rispetto all’infrastruttura, informazioni su abitudini e habitat delle eventuali specie rare o protette presenti nell’area; osservazione di eventuale avifauna migratrice e studio del comportamento delle singole specie rispetto all’infrastruttura; verifica della degli habitat di interesse avifaunistico; fornitura di cassette nido artificiali per infrastrutture.

Atmosfera: per valutare lo stato di salute dell’aria viene stato calcolato l’indice di purezza atmosferica (IAP – Index of atmospheric purità; ANPA, 2001). L’elaborazione dell’indice IAP si basa sui licheni epifiti.

Suolo: analisi pedologiche con apertura e lettura del profilo pedologico. I pedon verranno in seguito classificati secondo le due più diffuse ed aggiornate tassonomie a livello internazionale.

Pedofauna: l’analisi della diversità della pedofauna e del suo andamento fenologico può essere utile per mettere in evidenza eventuali anomalie in suoli alterati dall’attività dell’uomo, rispetto a un modello ricavato da una situazione priva di disturbo. Le indagini per la caratterizzazione della pedofauna vengono effettuate con il prelievo di campioni di terra successivamente analizzati in laboratorio per la determinazione dei principali gruppi di invertebrati terrestri presenti, in modo da poter monitorare il dinamismo con la fauna edafica presente nei momenti successivi allo svolgimento dei lavori.

Studio di Impatto Ambientale VINCA VAS

Servizi per l'ambiente

La Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) è uno strumento decisionale di cui si avvalgono le autorità competenti per valutare i progetti di realizzazione e/o ampliamenti di impianti industriali, di realizzazione e/o ampliamenti delle vie di comunicazione e di tutte le opere elencate negli allegati al del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.

All’interno del processo di valutazione di impatto ambientale si considerano tutti gli effetti diretti ed indiretti di un progetto, e delle sue principali alternative, sull’uomo, sulla fauna, sulla flora, sul suolo, sulle acque superficiali e sotterranee, sull’aria, sul clima, sul paesaggio, sui beni materiali e sul patrimonio culturale, sociale ed ambientale.

La Valutazione di Impatto Ambientale è un processo decisionale che coinvolge non solo gli enti istituzionali, ma anche il pubblico e tutte le parti interessate.

E’ pertanto fondamentale curare non soltanto la parte tecnica del progetto, ma anche la comunicazione con il pubblico e gli enti istituzionali, in modo da coinvolgere tutte le parti interessate, spiegare gli impatti (positivi e negativi) dell’opera, al fine di gestire i conflitti che la realizzazione di un’opera porta con sé.

Per affrontare tutte le problematiche riguardanti il settore dello Studio di Impatto Ambientale ci avvaliamo di un Team di Professionisti ciascuno leader nelle proprie competenze: Dottori Forestali, Agronomi, Naturalisti, Geologi, Architetti ed Ingegneri.

Progettazione Ripristini vegetazionali

Servizi per l'ambiente

Il ripristino vegetazionale viene svolto in diversi progetti sparsi per tutta Italia principalmente sui metanodotti, ma anche per aree naturali, campi da golf, etc… . Lo scopo del progetto di ripristino vegetazionale è quello di ricostituire il manto erboso, le componenti arbustive ed arboree delle varie tipologie di vegetazione naturale/seminaturale in qualche modo degradate dalla realizzazione di un’opera.

Il ripristino delle cenosi erbacee si realizza attraverso la semina di un miscuglio di specie ecologicamente compatibili con le caratteristiche dell’area di ripristino, in modo da garantire il migliore attecchimento e sviluppo vegetativo possibile. Le fasi operative dell’intervento consistono nella riprofilatura dell’area manomessa dai lavori, in modo da riproporre le stesse linee morfologiche, nell’asportazione di eventuale materiale lapideo (spietramento).

La piantagione di specie arboree e arbustive si realizza prevalentemente secondo una disposizione spaziale a gruppi in modo da creare macchie di vegetazione che con il tempo possano evolversi e assolvere alla funzione di nuclei di propagazione, accelerando così i dinamismi naturali. Il ripristino con piantagione diffusa consiste invece nella messa a dimora di piante con disposizione irregolare all’interno delle aree da ripristinare; il sesto d’impianto teorico può variare a seconda delle condizioni contingenti e della tipologia vegetazionale da ripristinare.

Controllo di Stabilità Arboreo V.T.A.

Servizi per l'ambiente

Controllo di stabilità arboreo (Visual Tree Assessment)

Si effettuano indagini sugli alberi di alto fusto, allo scopo di fornire, sulla base dei dati ottenuti dall’osservazione visiva e strumentale, una valutazione sulle condizioni di stabilità ed indicare gli eventuali provvedimenti gestionali da adottare valutati secondo i criteri stabiliti dal Visual Tree Assessment. Per ciascuna pianta esaminata come previsto dal Protocollo sulla valutazione di stabilità degli alberi della Sezione Italiana dell’ISA (International Society of Arboriculture) e della Società Italiana di Arboricoltura (SIA), successivamente alle analisi, viene attribuita una classe di rischio (Classe di Propensione al Cedimento) che definisce il grado di pericolosità della pianta ed i turni di monitoraggio.

Tali indagini possono essere utili, oltre che per conoscere lo stato fitosanitario della pianta e ad effettuare gli interventi di manutenzione corretti, anche per il rilascio della autorizzazioni degli enti di gestione e di controllo (Comune, Soprintendenza, Ispettorato Forestale).

Di ausilio alle indagini visive si dispone della seguente strumentazione: Resistograph F400S – Frattometro

Landscaping

Servizi per l'ambiente

Perseguiamo un approccio multidisciplinare che colloca al centro del proprio campo di indagine la relazione tra uomo e ambiente nel paesaggio contemporaneo, concentrando il nostro interesse sui territori in trasformazione posti tra ambienti urbani e naturali.

Attraverso il contributo di indagini e ricognizioni video-fotografiche, analisi e approfondimenti teorici intendiamo far scaturire e valorizzare le potenzialità del “luogo”, rispondendo alle esigenze funzianali e estetiche della nostra committenza; affrontiamo la complessità del progetto conciliando l’interesse per la ricerca sullo spazio, sulla forma e le sue rappresentazioni con l’attenzione per gli ecosistemi e il territorio.

Per ottenere questo risultato vi proponiamo una  consulenza che si articola in diversi livelli di approfondimento che potranno anche essere sviluppati singolarmente ed indipendentemente, a seconda delle richieste:

  • Visita iniziale e prima consulenza verbale In questo primo incontro vengono analizzati i requisiti che dovrà avere il giardino, in funzione delle richieste della committenza (destinazioni, tipo di piante, elementi di arredo, ecc.), per arrivare alla  formulazione di una prima proposta progettuale.
  • Rilievo del sito In un secondo momento si procederà ad un sopralluogo del sito che comporterà la stesura di una  planimetria di rilievo (topografico, architettonico, botanico) in cui saranno indicati: la morfologia, i manufatti, gli alberi esistenti e tutti i vincoli presenti o futuri (condutture elettriche sotterranee o aeree, fognature, prese di acqua, ecc.).  Un accurato rilievo del sito o del giardino esistente è necessario prima di procedere nella progettazione. Questa fase può essere fornita da voi, oppure potrebbe essere realizzata da noi, soprattutto se si tratta di giardini con una struttura complessa.
  • Masterplan Questa fase prevede la presentazione di un progetto generale in cui viene individuato l’impianto del giardino, le sue componenti principali (destinazioni, morfologia, vegetazione, apparati, materiali) e i costi di massima. Dagli elaborati si evincerà come si intende realizzare le diverse parti del giardino. Su questi documenti si discuterà insieme eventuali cambiamenti, aggiunte, nuove idee, ecc. che serviranno per procedere al progetto esecutivo nella fase successiva;
  • Progetto esecutivo e piano di piantagione Il progetto esecutivo è il risultato definitivo di quanto concordato nell’incontro in fase di masterplan, ed è il supporto tecnico che servirà alla ditta esecutrice e al direttore dei lavori in fase di realizzazione, corredato da documenti quali la relazione descrittiva, il piano di piantagione, lo schema degli impianti di irrigazione e illuminazione, particolari costruttivi e il computo metrico estimativo. Il Piano di piantagione mostra la localizzazione e lo spazio occupato da tutte le piante del giardino, sia quelle esistenti, sia quelle di progetto. Il Computo metrico estimativo riporta la lista delle piante di progetto definite dalle loro  caratteristiche vivaistiche (altezza, diametro fusto, ecc.) e il costo di costruzione di eventuali opere murarie e di contenimento nonché degli impianti e delle opere di arredo (qualora richiesto);
  • Assistenza in fase di scelta in vivaio Questa  fase consiste in una consulenza personalizzata relativa alla scelta del fornitore delle piante e delle stesse in vivaio;
  • Direzione dei lavori Questa fase prevede l’assistenza nelle fasi di realizzazione del giardino e la messa a dimora delle piante;
  • Guida per la manutenzione e la cura del giardino Realizzato il giardino è fondamentale averne cura pertanto forniremo una guida con le istruzioni indispensabili per la futura manutenzione .

CONTATTACI PER IL TUO PROGETTO!

+39 (091) 88-88-353 / info@milleotto.it